Piemonte tra trekking e gusto

Le montagne piemontesi sono un piccolo paradiso terrestre per gli amanti degli sport invernali e in generale delle avventure a contatto con la natura. Non serve essere sciatori esperti per regalarsi piacevoli vacanze in montagna in Piemonte e lasciarsi stupire dalle bellezze e dagli eventi che si celano tra alcune delle cime più spettacolari d’Italia, come il Monviso e il Monte Rosa.

Monviso Monterosa

In questa bella regione sono molti i percorsi di trekking che si snodano lungo antiche mulattiere, mentre gli spettacolari Massi di Parone in Valsesia rappresentano la sfida ideale per gli appassionati di bouldering (un particolare tipo di arrampicata su massi). Per non lasciarsi sfuggire questi avvincenti divertimenti ad alta quota non serve dilapidare il portafogli: vi consiglio di approfittare di una delle tante offerte in montagna su Expedia e mettere in valigia una buona dose di coraggio!

Valsesia

Dallo sci al trekking e molti altri sport!

Chi non ricorda le splendide piste innevate delle Olimpiadi invernali 2006? Il Piemonte vanta circa 60 stazioni sciistiche, che si snodano dalla Valsesia al Canavese, dal Monviso alle montagne del cuneese, fino alle vette olimpiche. Mentre d’inverno queste valli fanno da cornice agli sport invernali per eccellenza, come lo sci di fondo, lo sci alpinismo e lo sci nordico, con l’arrivo della bella stagione si colorano di fiori e piante profumate, che attirano le specie animali più disparate.

Le piacevoli temperature primaverili sono perfette anche per tuffarsi nell’antica cultura montana della regione, seguendo la famosa Via Alpina di cui già vi avevo raccontato parlando dell’Alto Adige. Percorrendo i circa 1.000 chilometri di sentieri disponibili, avendo la possibilità di riposarvi nei tanti rifugi attrezzati, potrete anche imbattervi in edifici di rilevanza storica come la famosa Fortezza di Fenestrelle.

Fortezza di Fenestrelle

Ma il Piemonte vanta anche una lunga tradizione ciclistica, legata alla storica Milano-Torino. Non c’è da stupirsi allora per l’abbondanza dei percorsi ciclabili, che vanno da quelli tradizionali, per ciclisti di tutte le età, a quelli più complessi per il free ride e il trial.

E ancora, per gli appassionati di golf che progettano un weekend in montagna in Piemonte a primavera, ecco a loro disposizione il campo di Sestriere con le sue 18 buche è il più alto d’Europa.

Golf Sestriere

Se invece preferite le emozioni forti, cimentatevi con l’arrampicata sui Massi di Parone. Questi enormi sassi in gneis, adagiati nei boschi della Valsesia, presentano diverse forme e altezze, che contribuiscono a creare passaggi di bassa e media difficoltà.

Valsesia

L’enogastronomia Piemontese

Un weekend in Piemonte in primavera è un’occasione ghiotta per scoprire la ricca tradizione culinaria delle vette alpine. Ogni anno nel mese di aprile appassionati di vino e semplici curiosi si ritrovano a Castiglione Falletto, in provincia di Cuneo, per partecipare alla manifestazione “I grandi terroir del Barolo”. Un’occasione unica non solo per degustare vini di eccellente qualità, ma anche per visitare antiche cantine, approfondire il tema del turismo enogastronomico e andare alla scoperta dei vigneti dove viene coltivato il Barolo e dei terroir del nebbiolo. La manifestazione è da poco terminata ma le cantine sono sempre disponibili ad accogliere i turisti curiosi e gli appassionati, ad esempio l’ultima volta io sono stata in novembre nelle Langhe.

Castiglione Falletto

Vi consiglio di abbinare un buon bicchiere di vino ad un piatto di polenta e cinghiale! Sempre ad aprile si è tenuta infatti la rinomata Sagra del Salame di Cinghiale a Val della Torre, in provincia di Torino. Questa sagra è diventata nel corso degli anni un appuntamento fisso per gli amanti della buona cucina. Oltre alla degustazione del “salame valtorrese di cinghiale” è possibile seguire il divertente itinerario “Cinghialando”: immersi nel paesaggio locale, si va di borgata in borgata, degustando ad ogni tappa specialità del posto, inclusi formaggi freschi e stagionati, salame di cinghiale e di turgia e bagna cauda con pane e crostini. Per chi se la fosse persa, ecco qualche idea su dove degustare i classici piemontesi a questo link.

Ed ecco anche alcuni dei prossimi eventi:

Paesi e Sapori a Ovada (AL) il 31 maggio e l’1 giugno

Sagra del Fritto misto piemontese il 31 maggio e l’1 giugno a Ferrere (AT)

Sagra degli IN – INcantesimi di sapori, storia e cultura il 17 e 18 maggio a Cossano Belbo (CN)

fritto misto piemontese

Bagna cauda

Dalle vette innevate agli eventi culinari a bassa quota, le montagne Piemontesi sono una continua scoperta 365 giorni l’anno! Buone vacanzine!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...